CORSO ZODIACO

 

 

Al fine di fissare una tradizione di provenienza intesa a conservare nella carriera degli Ufficiali il ricordo del loro ingresso e della loro permanenza in Accademia, è stabilito che ogni Corso, corrispondente ad un arruolamento annuale in Accademia, sia contraddistinto dal nome di una meteora - di un astro - di un uccello, avente diversa e successiva iniziale alfabetica. La distinzione comporta altresì l'assegnazione di un colore.

I precedenti 18 Corsi regolari della R. Accademia Aeronautica avevano il proprio Gagliardetto che rappresentava : simbolo, colore, emblema e motto del corso.

Dopo molte indecisioni tra " Zefiro", " Zenit " e " Zodiaco " all'ultimo Corso della Regia Accademia Aeronautica di Caserta venne imposto il nome di < ZODIACO >

Astrologicamente lo Zodiaco ( dal latino Zodiacos che è del greco ZoidiaKos ) rappresenta la zona della sfera celeste delimitata da due cerchi paralleli alla eclittica, disposti uno a Nord e uno a Sud di essa a una distanza di circa 9, entro cui si muovono i pianeti e la Luna - la eclittica si può anche descriverla come il cammino apparente del Sole fra le stelle; essa attraversa le dodici costellazioni dello Zodiaco. Poiché l'asse terrestre forma un angolo di 2327' con la perpendicolare al piano dell'orbita, l'eclittica forma lo stesso angolo di 2327' con l'equatore terrestre.

Nell'antichità lo Zodiaco era suddiviso in 12 parti in corrispondenza delle costellazioni Zodiacali; essendosi queste ultime spostate a causa della precessione (*)degli equinozi, il Sole all'equinozio di primavera non si trova più nella costellazione dell'Ariete bensì in quella precedente i Pesci. Attualmente si è mantenuta la stessa suddivisione in 12 parti uguali di 30 ciascuno, in corrispondenza delle dodici costellazioni Zodiacali : Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone, Vergine, Libra o Bilancia , Scorpione, Sagittario, Capricorno , Acquario, Pesci.- A causa del moto orbitale della Terra, il Sole appare muoversi lungo l' eclittica.

Le suddette costellazioni, presso i popoli cosiddetti primitivi, sono considerate quasi sempre come personaggi, o anche animali, mitici, assurti in cielo. Derivano da tali concezioni i misteri di catasterismo. Nel mondo ellenistico - romano assume valore religioso tutto lo Zodiaco, divenendo simbolo della totalità cosmica e perciò considerato attributo della divinità superiore; come tale si ritrova particolarmente nel culto di Mitra (divinità indo-iraniana), nel culto imperiale e in altri misteri ellenistici.

(*) La precessione ( moto rigido attorno ad un punto fisso detto polo, per cui un corpo ruota su se stesso ) è dovuta all'azione combinata del Sole e della Terra. La direzione dell'asse terrestre non è costante , bensì descrive un cerchio di 47 nel periodo di 25800 anni - questo significa che la precessione dei poli celesti muta, il che implica a sua volta un mutamento nella posizione dell'equatore celeste e degli equinozi.

La divagazione sul simbolo Zodiaco ci riporta ad una considerazione fatta da un ex Allievo del Corso Zodiaco ( gen. Aldo Scerna ) il quale, in un suo scritto, cosi si esprime : <Astrologicamente parlando, un nome più equinoziale e più inclinato di Zodiaco non poteva essere scelto, lo Zodiaco gli equinozi li forma intersecando con il suo piano quello dell'equatore e l'angolo costante di 23 27' sancisce definitivamente che trattasi di qualcosa di storto >

Ed in effetti, il Corso Zodiaco è stato per l'Aeronautica Militare Italiana un corso sicuramente atipico : sfortunato da un lato, perché gli eventi bellici portarono alla sua completa disgregazione - eroico dall'altro, perché pur militando sotto vessilli diversi, alcuni ex allievi si sono immolati per la Patria , mentre altri hanno meritato ricompense al valore militare.

 

IL Gagliardetto

Colore : Giallo

Emblema " Ala "

Motto : " Sidera Feriam "

GIURAMENTO E BATTESIMO DEL CORSO 1942 XIX . E.F.

Padrino : Ecc. Gen. di S.A Mario Aimone Cat

Comandante Generale delle Scuole della R.A

 


Articolo tratto da un quotidiano dell'epoca (21 aprile 1942):

 

Lo schieramento del Corso , con le bandiere dei Corsi precedenti

 

La consegna del Gaglierdetto e la Rivista agli Allievi

CERIMONIALE PER IL GIURAMENTO E BATTESIMO DEL CORSO

Arrivo dei Battaglioni ( tutti e tre i Corsi ) Allievi e loro inquadramento = Arrivo gagliardetti dei Corsi precedenti , della Bandiera e delle Autorità Militari e Civili = Onori alla Bandiera e rassegna dello schieramento Allievi da parte delle Autorità.

Discorso del Comandante dell'Accademia , al termine , lettura della formula del " GIURAMENTO " gli Allievi tutti gridano " LO GIURO ".

Il Padrino impone il nome del Corso , il colore ed il motto , consegnando il Gagliardetto all'Alfiere del Corso.

Prendono la parola il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica e l'Autorità che rappresenta il Governo

Il Gagliardetto , portato dal Capo Corso , accompagnato dal Direttore del Corso e scortato dai " Gagliardetti " dei Corsi precedenti , viene , alla presenza delle Autorità convenute " Benedetto " dall'Autorità Ecclesiastica.

L'Allievo più giovane legge la " Preghiera dell'Aviatore ", mentre un altro Allievo lascia libero un palloncino con " Orifiamma " , nella quale sono scritti i nomi degli Allievi del Corso.

< Il Giuramento costituisce l'atto conclusivo di una scelta libera e meditata che lega gli Allievi , indissolubilmente alla Patria >



Il video del giuramento.